connessioni internet - enricoMB 2

Vai ai contenuti

Menu principale:

connessioni internet

Rete & internet

Ok ora veniamo ai consigli che per un grinder (ma anche per un utente evoluto tradizionale) sono vitali.
Ossia: come mi posso connettere a internet, qual'è la soluzione migliore e con i costi più ragionevoli.

Iniziamo ad elencare i principali fornitori di connessioni "casalinghe" che tecnologia usano:

1) adsl su doppino telefonico, è probabilmente il tipo di connessione più usato, nella maggior parte delle zone è stabile e da buone prestazioni, ovviamente tra una centrale e un altra possono esserci notevoli differenze sia di velocità che di stabilità. Ma in genere le zone più densamente popolate sono ben coperte e con connessioni stabili.
2) adsl su fibra, è riservata alle poche zone "coperte" dal servizio, ossia i quartieri più centrali delle grandi città, è fornita in genere da fastweb a prezzi competitivi anche se più cari dell'adsl classica, è stabilissima, prestazionale, ma richiede apparati appositi e non compatibili con altri operatori. Può essere fornita anche con grandi capacità di upload (sino a diventare addirittura una dsl sincrona).
3) connettività 3G o umts, le classiche "chiavette" dei vari operatori di telefonia mobile. Naturalmente dipende da quanto è "coperta" la zona di fornitura del servizio, in genere nelle città più grandi tutti gli operatori coprono più che adeguatamente, per le zone più periferiche e in generale nel territorio dipende da zona a zona e da compagnia a compagnia. Prima di scegliere questa opzione è bene documentarsi su quanto (e da che compagnia) sono coperte le zone che frequentiamo abitualmente. L'ultima frontiera è la tecnologia LTE (detta anche 4G) che promette velocità elevatissime e copertura capillare (a rete ultimata), ma anche questa dipende da zona a zona, e in genere le connessioni costano un po' più di quelle 3G.
4) connessione wireless, che può essere la classica WADSL oppure Wimax, la principale differenza tra le due è che la WADSL richiede per forza una "parabolina" direzionale, in genere montata sul tetto che cmq deve essere "a vista" con l'antenna del gestore. Wimax ricniede anche lui antenne ma ce ne sono anche da interni (che in genere però offrono prestazioni sufficienti solo in zone particolarmente ben coperte) e non sono direzionali anche se ovviamente traggono vantaggio quando possono avere campo libero verso l'antenna del gestore.

E dopo l'elenco viene spontaneo chiedersi, bene quale scelgo tra queste?

Dare consigli generici su questa materia è complesso. Purtroppo cambiano moltissimo i fattori da zona a zona.
Iniziamo dai consigli per la maggioranza degli utenti, quelli che abitano in zone densamente popolate come i grandi centri urbani, in genere per queste utenze l'ideale è l'adsl, che sia su doppino telefonico o che sia via fibra ottica (per i pochi fortunati raggiunti) è una tecnologia che promette connessioni stabili, ottime prestazioni e costi ragionevoli.
Per l'adsl su doppino però possiamo assistere a uno scenario popolato da numerosissimi ISP (internet service provider) in concorrenza l'uno con l'altro, con tariffe diverse e offerte variegate. Iniziamo a dire che se l'offerta è liberalizzata ormai da anni in Italia, l'uso e la manutenzione del cosiddetto "ultimo miglio" ossia del tratto di rame che dalla centrale arriva a casa vostra è di proprietà telecom italia. Questo cosa comporta? In generale nulla di che, se volete rivolgervi a un concorrente sarà questo a chiedere a telecom di "affittargli" la tratta e di attestarla alla loro centrale. L'unica limitazione è che telecom richiede al suddetto isp un canone che è indipendente dal fatto che nel doppino circoli la telefonia, l'adsl o la combinazione delle due. Ergo avere una linea adsl "solo dati" è tecnicamente possibile, ma bisogna pagare un canone dati che alla fine rende la spesa quasi uguale a quella che si pagherebbe con una combinazione di adsl + linea fissa telefonica. Quindi sostanzialmente non conviene prendere la linea solo dati, anche se siamo abituati a usare sempre il cellulare avere una linea di backup tradizionale praticamente "gratis" male non fa, ci possiamo chiamare numeri verdi e a volte linee particolari che non funzionano sul cellulare. E se ci fossero problemi alla cellula che ci copre abbiamo il backup.
Scegliere telecom o uno dei suoi concorrenti è a discrezione dell'utente, ovviamente i concorrenti offrono migliori tariffe, ma la differenza è poca. Quindi prima di decidere io vi consiglio caldamente se siete coperti direttamente (ULL) da una centrale di un operatore alternativo (infostrada, tiscali, fastweb o quant'altro) oppure se siete forzatamente collegati a una centrale telecom che poi eventualmente affitterà il servizio anche di centrale all'operatore da voi prescelto (il cosiddetto WS).
Nel secondo caso datemi retta, scegliete SEMPRE telecom italia, ok il prezzo sarà leggermente superiore, ma avrete un servizio sicuramente più stabile, più veloce, con eventuale solving dei guasti incredibilmente più rapido e in generale molte ma molte meno "rogne" che possono davvero esasperare l'utente.
Se siete invece raggiunti direttamente dalle centrali degli operatori alternativi informatevi se possibile come vanno nella vostra zona, non tutta l'Italia è uguale e operatori che vanno benissimo in certe zone possono dare problemi in altre (e viceversa).
Di norma la dorsale migliore ce l'ha tiscali (assieme ovviamente a telecom), che tra l'altro ha anche delle ottime offerte fornendo direttamente la connessione a 20 megabit, comunque anche altre scelte possono essere altrettanto valide, quindi infostrada, vodafone e quant'altri possono essere delle buone alternative e spesso si trovano offerte speciali con tariffe abbassate per i primi mesi o addirittura anni di servizio di cui sarebbe illogico non approfittare.
Sappiate solo che fastweb fa eccezione per una cosa, indipendentemente dal fatto che vi raggiunga in fibra ottica o via adsl richiede per forza l'utilizzo dei loro apparati proprietari (che vi affitta assieme alla connessione), ergo è meno personalizzabile di altre offerte anche se nulla vieta di installare "in cascata" apparati anche complessi.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu