Hardware - enricoMB 2

Vai ai contenuti

Menu principale:

Hardware

Hardware

Ok eccoci giunti ad una prima sezione "tecnica" che può interessare parecchie persone.
Ossia qual'è il pc "giusto" per grindare?


Diciamo subito che non serve nulla di eclatante, quasi tutti i pc moderni sono abbastanza potenti e prestanti per consentire l'uso delle poker rooms. Il problema può paradossalmente essere... la poker room stessa! Non tutte dispongono di software client (e a volte neppure di server) adeguati agli standard moderni e alle necessità dei grinders iper multitablatori.
Ma su questo il povero utente non può farci molto (se non cambiare room se lo ritiene profittevole).

Ci sono però almeno un paio di considerazioni da fare:
1) Le cose più importanti sono SEMPRE quelle con cui l'utente si interfaccia e interagisce con il pc, ossia monitor, mouse e tastiera. Mai sottovalutare queste periferiche e mai risparmiarci sopra. Oltretutto sono cose che durano una vita, molto più dei componenti interni del pc, quindi sono soldi ben spesi.
2) Seppure la capacità computazionale necessaria è bassa è invece auspicabile contenere al massimo le latenze. E quindi se possibile una buona connessione a internet con ping bassi, un pc con architettura hardware moderna e con sottosezione disco e in subordine con le ram di buon livello. Contribuisce MOLTISSIMO a questo punto anche il sistema operativo. Purtroppo windows è "schiavo" della necessità di retrocompatibilità, ergo si trascina dietro alcune "magagne" e non c'è verso di risolverle. Quindi il consiglio più spassionato è: prevenire è meglio che curare. Non installate null'altro che lo stretto necessario, software demo, programmi che non siete sicurissimi che vi serviranno e vi viene magari la voglia di dire "io lo metto che non si sa mai" vanno accuratamente evitati. Questo semplice accorgimento concorrerà a farvi avere il registry sempre "snello" con incredibili benefici generali di velocità. Vi è mai capitato di vedere un pc velocissimo che col tempo "si siede" e sembra metterci un ora ad avviarsi e a volte che si blocca inspiegabilmente a "macinare"? Ebbene la colpa è appunto dei troppi software installati.

Una volta fatte queste premesse veniamo alla scelta del pc.
Intanto dove definire un budget, almeno indicativo. E poi si va a vedere qual'è la maniera migliore di spendere quei determinati soldi.

A questo punto vi si presenterà la scelta se prendere un prodotto "di marca" e quindi preassemblato oppure di acquistare un pc assemblato su misura.
Credetemi, se uno sa quel che fa è clamorosamente meglio la seconda opzione. Perché è vero che le case produttrici riescono a dare spesso dei prodotti anche economicamente vantaggiosi e sopratutto con una garanzia a 360°, ma non potranno mai sapere cosa a voi servirà di preciso e saranno costretti a fare scelte "generalistiche" e non mirate. Inoltre tenderanno spesso a mettere componenti economici per concentrare il grosso del budget invece su quei due o tre componenti che l'utente medio conosce. Con il risultato di avere dei computer non equilibrati e con dei grossi colli di bottiglia prestazionali.

Il problema di un pc assemblato su misura è ovviamente che bisogna sapere cosa chiedere e che componenti farsi montare. Non tutti (anzi per mia esperienza personale direi quasi nessuno) hanno le idee chiare, nemmeno gente che si spaccia per esperta o per "del settore". E quindi occorre selezionare accuratamente da chi farsi consigliare. Io stesso avrò cura di inserire nel mio sito delle configurazioni di esempio, e visto che i componenti hardware si rinnovano tecnologicamente a ritmo incalzante avrò cura di tenerla sempre il più possibile aggiornata.
Un alternativa per avere un consiglio personalizzato può essere l'uso di un forum specializzato. Io vi consiglio ad esempio quello di hwupgrade, nella sezione configurazioni complete di pc desktop
, dove spesso io stesso rispondo assieme agli altri utenti più skillati.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu