Monitor - enricoMB 2

Vai ai contenuti

Menu principale:

Monitor

Hardware

Veniamo ora alla scelta del monitor giusto per un grinder incallito:

Intanto dobbiamo decidere quanti monitors vogliamo avere, questo è dettato in parte dal budget che si ha, in parte dallo spazio a disposizione nella postazione dove abbiamo il pc e in parte da eventuali preferenze personali.
Ma c'è una cosa essenziale che va sempre tenuta presente. L'ergonomia. I parametri principali che concorrono a questo tema sono vari, ma il più importante di tutti è il dot pitch, che banalmente è la dimensione (misurata in diagonale) del singolo pixel. Come probabilmente saprete i moderni monitor LCD hanno una risoluzione cosiddetta "nativa" per cui sono progettati e alla quale funzionano perfettamente. Risoluzioni inferiori sono supportate, ma la qualità si abbassa clamorosamente dato che interviene lo scaler del monitor che produce risultati che spaziano dal bruttino all'indecoroso a seconda della raffinatezza del suddetto scaler.
Il dot pitch (o pixel pitch) viene misurato in millimetri. Esiste un determinato range di valori ottimali, se si esce al difuori di questi si possono avere problemi, anche problemi fisici dato che si affatica la vista (a meno di non collegarlo a un mac che ha delle api grafiche totalmente diverse). Questo range di valori va da 0,27 a 0,32 millimetri.
Non prendete mai prodotti che abbiano dot pitch inferiori a 0,27mm mi raccomando, e già 0,27 è un valore al limite, io suggerisco sempre di valutare qualcosa di più. Salire sopra i 0,32mm invece non crea danni alla salute ma i singoli pixels inizierebbero ad essere distinguibili ottenendo immagini "scalettate".
Ma vi sorgerà spontanea una domanda, da cosa viene determinato detto dot pitch? La risposta è: dal rapporto tra la dimensione del monitor (viene sempre espressa con la dimensione in pollici della sua diagonale) e dalla sua risoluzione nativa.
Dalla pagina della wiki potrete vedere per le varie risoluzioni standard qual'è il valore del dot pitch in base alla diagonale del monitor.
Quali sono i monitor quindi da evitare assolutamente? Quelli con risoluzione fullHD (1920X1080) o WUXGA (1920X1200) che hanno diagonale inferiore e 24 pollici (e già con i 24 siamo al limite).
Quindi i monitor consigliati sono i 22 pollici con risoluzione 1680X1050 (davvero OTTIMI) e i fullHD con dimensione superiore a 24 pollici fino a un massimo di 32 pollici.
Un altro must è che il monitor abbia ALMENO una connessione digitale (DVI, HDMI o Display Port), anche se per fortuna oggigiorno è difficile trovare prodotti che abbiano esclusivamente le vecchie connessioni vga.
Sempre per la questione ergonomia è utile che il monitor abbia una base che consenta di regolare bene sia l'altezza dal piano della scrivania, sia l'angolazione, in modo da avere sempre il monitor il più possibile in linea diretta con i nostri occhi.
Ovviamente è anche utile che il prodotto che andremo ad acquistare sia di marca nota (cosa che tra l'altro ci aiuta con i centri assistenza che saranno diffusi nel territorio e quindi comodi in caso di malaugurati problemi) e con garanzia il più possibile estesa.
Altra cosa auspicabile anche se non facile da trovare è la funzionalità pivot, ossia la possibilità di ruotare di 90 gradi il monitor in modo da trasformarlo da "largo" ad "alto" in caso di necessità. Questo perché ci sono spessissimo situazioni in cui il testo di una pagina web o di un articolo si sviluppano su più pagine mentre i margini sono spesso relativamente stretti. Ergo avere un monitor che si sviluppa prevalentemente in orrizzontale ci serve a poco (mentre diventa buonissimo quando ad esempio si vede un film). Se il monitor dispone di pivot lo giriamo di volta in volta a seconda dell'esigenza.
Molto meno importante per il grinder invece è la tecnologia con cui è realizzato il pannello. La maggior parte dei prodotti (e TUTTI quelli di prezzo economico) sono prodotti con tecnologia TN (twisted nematic) che sono un po' "schifati" dagli smanettoni che invece considerano valide solo le tecnologie più raffinate (e costose) quali PVA, MVA o IPS. Orbene, è una scemata! Per un grinder spendere un sacco di soldi per portarsi a casa un monitor IPS è un vero e proprio spreco di soldi.
Vanno benissimo i TN, anche se c'è da considerare che la tecnologia da sola non determina la qualità! Esistono pannelli TN di ottima qualità, di buona, di sufficiente e via via a scendere. Persino i prodotti con altre tecnologie più "auliche" possono andare dall'ottimo al mediocre nonostante i soldi che costano.

Quindi in soldoni e riassumendo il consiglio è: acquistare un monitor TN di buona qualità, con dot pitch compreso tra 0,28 e 0,31mm, di marca nota, con almeno una connessione digitale e possibilmente dotato della funzionalità pivot.
Inoltre per il pokerista che gioca con i tavoli tiled (affiancati) segnalo la possibiltà di preferire ai monitor da 27 fullHD (16:9) quelli con risoluzione WUXGA (1920X1200) che stanno purtroppo sparendo dal mercato ma non si sa mai, magari ritorneranno in auge.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu